La nuova sfida della formazione sulla didattica della lingua

Senza categoria Aggiungi commenti

2015Ministra 2 2015Ministra

E così a Roma ci vedono fortunati e come tutti i fortunati, spesso non ce ne rendiamo conto.
Per puntare sul l’inglese nella scuola italiana “si devono formare molto bene linguisticamente i docenti, mentre voi i docenti linguisticamente formati li avete già”. È vero per quanto riguarda il tedesco e l’Italiano L2.
Poi si dovrà passare alla cultura della formazione, ci sono realtà italiane più sensibili e orientate e altre meno.

Poi si dovrà formare.

E i bambini quando ho chiesto loro cosa avessimo fatto di diverso, in questa lezione di inglese, hanno elencato di tutto: amicizia, divertimento, baciare le dita (un giochino), nessuno ha detto “non abbiamo capito”, anzi hanno dichiarato di aver “ripassato” quello che sanno, perché loro l’inglese lo sanno. Straordinari come sempre, con la curiosità e il guizzo dello scienziato o della scienziata, convinti delle loro potenzialità. La sfida è farli rimanere così!

Leave a Reply

© Copyright 2013 - Progetto Lingue S.a.s.
Credits RSS Messaggi RSS Commenti Accedi